Stewardship

Il vero cambiamento richiede uno sforzo comune

Il nostro approccio alla stewardship nasce dalla convinzione che, nelle aziende, dirigenti, amministratori e investitori abbiano ruoli distinti ma ugualmente importanti.

Crediamo che una corretta considerazione delle questioni ambientali, sociali e di governance (ESG) sia determinante ai fini di una performance sostenibile delle società nel lungo periodo, e che vada a vantaggio dei loro investitori.

A tal fine:

  • ci sforziamo di comprendere le questioni ESG che agiscono sulle società nelle quali investiamo;
  • valutiamo le policy e le prassi delle singole società in relazione alle questioni rilevanti;       
  • incoraggiamo le società ad adottare le best practice sulle questioni ESG;
  • avviamo un dialogo costruttivo e processi di engagement con le aziende, e interveniamo direttamente quando ci sembra che l’approccio o le prassi sulle questioni ESG rilevanti siano al di sotto delle aspettative degli investitori;
  • sfruttiamo i diritti dei nostri clienti in quanto investitori per favorire il raggiungimento dei risultati auspicati da parte delle società in cui investiamo; 
  • deliberiamo nelle assemblee generali votando in modo conforme ai nostri obiettivi di engagement.

Perché l’engagement è importante?

Come gestore, l’attività di engagement con le società in cui investiamo oltre a permetterci di monitorare i nostri investimenti, ci consente anche di assicurare un dialogo aperto per consentire il cambiamento. Attraverso la nostra influenza abbiamo l’opportunità di guidare verso un cambiamento più ampio, a beneficio della società e del pianeta. Vogliamo anche noi essere in grado di fornire ai nostri clienti trasparenza sui loro investimenti e di allinearsi con i loro valori.

 

Suddivisione delle questioni legate all’engagement:

Politica di voto

Votare alle assemblee è un aspetto importante del dialogo tra la società e i suoi azionisti. In qualità di gestori, è un aspetto fondamentale del dovere fiduciario verso i nostri clienti.  La nostra Politica di corporate governance e di voto è basata sui principi di una buona governance, con l’obiettivo di tutelare gli interessi a lungo termine degli azionisti.

Abbiamo elaborato linee guida di voto per specifici mercati, poiché riconosciamo che le società in cui investiamo sono soggette a leggi e normative locali diverse sulle questioni di governance. Quando prendiamo in esame le risoluzioni sottoposte al voto alle assemblee generali, le giudichiamo rispetto ai principi fondamentali di una buona corporate governance, tenendo conto degli specifici standard di best practice del mercato in cui opera l’azienda e della sua situazione particolare.

Nel primo semestre del 2019 non abbiamo appoggiato incondizionatamente il management a 2.314 assemblee, pari al 51% di quelle in cui abbiamo espresso un voto. Abbiamo espresso voti contrari o ci siamo astenuti su 5.279 risoluzioni, pari a più del 10% delle risoluzioni votate.