Mercati volatili dopo la decisione della Bce: l’importanza di essere ben equipaggiati di fronte a incertezza e volatilità

La Banca Centrale Europea ha lasciato i tassi fermi, ma le parole del presidente Mario Draghi hanno raffreddato i mercati.

 

Sebbene Draghi abbia segnalato che un taglio è possibile e che il rischio di recessione nell’eurozona è basso, prima di implementare nuove misure di politica monetaria la banca centrale attende le prossime proiezioni su Pil e inflazione. Questo ha fatto invertire la rotta ai mercati, dove prevalevano aspettative per immediati stimoli di politica monetaria. L’elevata volatilità dei mercati, ovvero fasi in cui le oscillazioni delle quotazioni degli strumenti finanziari sono molto vistose, mette ansia all’investitore perché è di difficile gestione. Tuttavia, se gestita bene, può ampliare i margini di performance di un portafoglio.

 

Cosa provoca la volatilità? 

La volatilità può essere scatenata, ad esempio, dalla reazione degli investitori alle parole del presidente di una banca centrale, come in questo caso, o anche da turbolenze politiche. Tra gli sviluppi politici che oggi possono avere maggiore impatto sui mercati ci sono la Brexit (con Boris Johnson Primo Ministro sono aumentate le possibilità di una Brexit senza accordo) e un’escalation della guerra commerciale tra Cina e Stati Uniti. Gli investitori inoltre temono il rallentamento dell’economia cinese e i rischi di una recessione negli Stati Uniti.

 

Affidarsi a gestori professionali e avere buoni strumenti di copertura

Gli investitori professionali possiedono le competenze adeguate e maggiori strumenti per poter gestire il rischio. Sono così in grado di monitorare continuamente i mercati azionari e obbligazionari con dati e strumenti all’avanguardia per inquadrare il flusso delle notizie e costruire portafogli ottimali. Possono quindi arrivare a trarre vantaggio da fasi di forte oscillazione dei prezzi, anche grazie a una selezione di strumenti di copertura derivati.

 

AXA WF Global Optimal Income: il fondo robusto nelle fasi volatili

Oggi, in un contesto nel quale le variabili da monitorare sui mercati sono aumentate rispetto al passato ed è cresciuta l’offerta di strumenti non tradizionali, riuscire a prendere le decisioni ottimali è sempre più complesso. 

Per esempio, una volta bastava controllare come si comportavano le azioni sul mercato. Oggi, con la stessa frequenza, ci si trova a monitorare lo spread dei Btp soggetto a oscillazioni provocate in gran parte da decisioni politiche, e quindi esterne alla sfera dell’analisi economica. 

AXA WF Global Optimal Income è la nostra soluzione total return e multi-asset. Il fondo è ben equipaggiato per far fronte a incertezza e volatilità grazie a un’elevata flessibilità (può investire da 0 a 100% in azioni e titoli a reddito fisso) e ad un ampio spettro di strumenti di mitigazione del rischio.
Da inizio anno, il fondo ha messo a segno una performance del 7,97% con una volatilità del 5,7%.* 

 

Investimento multi-asset: la nostra visione e le nostre convinzioni

Fonte: AXA IM al 24/07/2019.

*Dati AXA IM al 28 giugno 2019. Performance cumulativa del fondo per la parte A EUR dal 01-01-2019 al 28-06-2019. Data di lancio del fondo: 08/03/2013. I rendimenti passati non sono garanzia di uguali rendimenti futuri.