Glossario

A - B - C - D - EF G - H - I - J - K - L - M - N - O - P - Q - R - - T - U - V - W - X - Y - Z

A

Azionariato attivo
L’esercizio attivo dei diritti degli azionisti con l’obiettivo di migliorare il valore di una società nel lungo periodo.

Addizionalità
Termine utilizzato in ambito ambientale, sta a indicare la riduzione delle emissioni di gas serra (GHG) direttamente ottenuta con l’impiego di strategie d’investimento che si differenziano dalle solite modalità operative consolidate. Non esistono linee guida precise su come quantificare questa addizionalità.

Coalizione “Aiming for A”
Una coalizione nata nel 2011 per portare avanti iniziative di engagement presso le 10 più grandi società del settore estrattivo e delle utility quotate nel Regno Unito. La coalizione consente ai titolari e ai gestori di asset del Regno Unito di dare supporto alle aziende che si preparano alla transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio.

B

Screening positivo/su base “best in class”
Società che vantano uno storico di performance superiori alla concorrenza in termini di fattori ESG in uno specifico settore o ambito industriale. Si definisce screening positivo anche perché cerca di selezionare le società nell’universo d’investimento sulla base di criteri riguardanti le policy, l’operato, i prodotti o i servizi.

Big Society Capital
Big Society Capital è il primo istituto d’investimento sociale al mondo, creato nel Regno Unito dal Cabinet Office nell’aprile del 2012 come organismo indipendente con un fondo d’investimento di £ 600 milioni. Con l’obiettivo di stimolare una trasformazione del mercato dell’investimento sociale, Big Society Capital eroga finanziamenti alle organizzazioni impegnate su questioni sociali.

Bloomberg New Energy Finance (BNEF)
Fondata nel 2004, Bloomberg New Energy Finance è una fonte dedicata di dati, approfondimenti e notizie sulla trasformazione nel settore dell'energia. È uno dei più importanti provider di informazioni alle società del settore energetico, agli investitori e ai governi.

C

Impronta di carbonio
La quantità di biossido di carbonio rilasciato nell’atmosfera per effetto delle varie attività di una specifica organizzazione, spesso espressa in tonnellate di emissioni di CO2 per un milione di USD di proventi.

Ottimizzazione dell’impronta di carbonio
Un approccio d’investimento che punta ad ottimizzare l’impronta di carbonio di un portafoglio, tenendo conto delle emissioni di Co2 delle società incluse nel suo universo d’investimento.

Cleantech
Termine omnicomprensivo, sinonimo di tecnologia pulita, che identifica le asset class d’investimento, le tecnologie e i settori di attività basati su prodotti ecologici, sostenibili e rispettosi dell’ambiente, che contribuiscono a ridurre le emissioni di CO2.

Climate bond/Green bond
Un’obbligazione emessa per la raccolta di capitali destinati allo sviluppo di progetti o asset rispettosi dell’ambiente.

Cambiamento climatico
Il cambiamento della situazione meteorologica mondiale, legato al riscaldamento globale.

Coalition for Environmentally Responsible Economies (CERES)
Ceres è un’organizzazione senza scopo di lucro fondata nel 1989 a Boston, Massachusetts, allo scopo di promuovere la sostenibilità. Con la missione di “mobilitare investitori e aziende per costruire un’economia globale prosperosa e sostenibile", Ceres fa rete con diversi stakeholder allo scopo di accelerare l’adozione di prassi d’investimento sostenibili.

Conferenza delle Parti (COP) e COP21
Una conferenza delle Nazioni Unite sul cambiamento climatico che si tiene ogni anno. La 21a conferenza (COP 21) si è tenuta a Parigi a dicembre 2015 e ha negoziato l’Accordo di Parigi, un importantissimo accordo globale sulla riduzione dei cambiamenti climatici. Il trattato delinea un accordo quadro per limitare il riscaldamento globale entro i 2 °C rispetto ai livelli preindustriali.

Corporate governance
Il sistema di regole, prassi e processi con cui una società è diretta e controllata.

Corporate Social Responsibility (CSR)
Secondo l’OCSE, la responsabilità d’impresa prevede la ricerca di un’efficace corrispondenza tra l’azienda e il contesto sociale in cui opera. Il concetto di corrispondenza è riferito all'interdipendenza tra aziende e società civile: un settore economico non può prosperare se la società civile in sui opera è precaria, e un settore economico in crisi ha inevitabili ripercussioni sul benessere generale. Il termine “‘Corporate responsibility”, o responsabilità d’impresa, fa riferimento alle misure adottate dalle imprese per promuovere e rafforzare questa relazione simbiotica.

D

Doppia bottom line
Il concetto di una doppia bottom line parte dal concetto convenzionale della bottom line, ossia il dato finale che quantifica i risultati finanziari di un investimento, aggiungendovi una seconda bottom line che misura la performance di un’azienda in termini di impatto sociale positivo.

E

Legge sulla transizione energetica (Francia)
Ad agosto 2015 la Francia ha approvato la Legge sulla transizione energetica, prima nel suo genere in Europa, che ha acquisito efficacia a tutti gli effetti a giugno 2017. Con questa legge, la Francia ha deciso di dare un chiaro segnale agli investitori istituzionali, incoraggiandoli ad assumersi un impegno concreto in tema di RI, iniziando a considerare come integrare al meglio i fattori ESG nei loro investimenti. La legge rafforza il ruolo degli investitori istituzionali nel finanziare la transizione verso un’economia low-carbon e richiede una maggiore consapevolezza delle implicazioni a lungo termine delle decisioni d'investimento.

Engagement (o shareholder engagement)
La prassi che prevede un dialogo tra azionisti e management societari per cambiare o indirizzare le modalità di gestione dell'azienda.

ESG
Temi ambientali (Environmental), sociali (Social) e di governance che costituiscono i tre pilastri degli Investimenti Responsabili. E, S e G sono i tre fattori chiave per la misurazione delle caratteristiche di sostenibilità di un investimento.

Investimento etico
Un tipo d’investimento che si serve di principi e valori etici nel processo di selezione.

Key Performance Indicator (KPI) in ambito ESG
Un valore misurabile che dimostra l’efficacia di una società verso la realizzazione dei suoi obiettivi ESG e di impatto.

Affermazione e integrazione dei fattori ESG
L’integrazione dei fattori ESG e la conseguente analisi delle decisioni d'investimento.

AXA IM è convinta che l’applicazione dei criteri di RI non debba essere limitata a un’offerta di fondi “etichettati” come RI. Già agli esordi del RI abbiamo creduto nella sua grandissima rilevanza per tutti gli investimenti, convinti che l’attenzione dedicata alle questioni ESG debba essere condivisa e integrata in tutte le asset class e da tutti i team d’investimento specializzati. Questa visione tesa ad affermare il RI in tutti i portafogli è stata alla base del deciso e costante sviluppo delle nostre competenze RI negli ultimi vent’anni.

Codice Europeo per la Trasparenza dei fondi SRI (Investimenti socialmente responsabili)
Il Codice Europeo per la Trasparenza dei fondi SRI si occupa dei fondi SRI distribuiti al pubblico in Europa e copre una vasta gamma di asset class. È accompagnato da un Manuale per i gestori, contenente indicazioni per l’applicazione e l’uso ottimale del Codice. Questo sistema di reporting è stato sviluppato dal Forum europeo per gli investimenti sostenibili e responsabili (Eurosif).

Forum europeo per gli investimenti sostenibili e responsabili (Eurosif)
L’Eurosif è la principale associazione pan-europea di SRI nata con la missione di promuovere la sostenibilità sui mercati finanziari di tutta Europa. In collaborazione con associazioni nazionali di RI dei singoli paesi, l’Eurosif si dedica principalmente ad attività di normazione, ricerca e sviluppo di piattaforme atte a stimolare prassi d’investimento sostenibili.

Fattori extrafinanziari
Elementi del comportamento di una società che non si possono evincere immediatamente solo da un’analisi dei suoi dati finanziari. Spesso i temi ESG sono legati a fattori extrafinanziari.

F

Dovere fiduciario
I doveri fiduciari (o i corrispondenti obblighi) servono ad assicurare che coloro che gestiscono il denaro di altri soggetti agiscano negli interessi dei beneficiari, anziché badare ai propri. I più importanti di questi doveri sono:

  • Fedeltà: i fiduciari dovrebbero agire in buona fede negli interessi dei rispettivi beneficiari, bilanciare in modo imparziale eventuali interessi contrastanti di diversi beneficiari, evitare conflitti di interesse e non agire a proprio vantaggio o a vantaggio di terzi.
  • Prudenza: i fiduciari dovrebbero agire con la dovuta perizia, prudenza e diligenza, investendo come farebbe il “buon padre di famiglia”.

Fonte: Fiduciary Duty in the 21st Century, United Nations Global Compact, UNEP FI, PRI e Indagine, settembre 2015.

Forest Footprint Disclosure Project (FFDP)
Un progetto nato con il supporto del governo britannico per fare in modo che gli investitori riconoscano come le attività d’impresa possano contribuire al problema della deforestazione. Attraverso una raccolta di dati sull’impatto esercitato dalle aziende sulle foreste di tutto il pianeta, il progetto consente di valutare le aziende anche in base alla loro “impronta forestale”.

G

Gates Foundation
La Gates Foundation, lanciata nel 2000 da Bill e Melinda Gates, è la più grande fondazione privata al mondo. Collabora in partnership con associazioni di tutto il mondo per affrontare problemi critici in quattro ambiti programmatici: sviluppo globale, salute globale, istruzione e politiche globali.

Generation Foundation
La Generation Foundation è nata nel Regno Unito con la missione di favorire un progressivo cambiamento a livello sia dei singoli individui che della società nel suo insieme. In particolare, la Generation Foundation sostiene progetti che si occupano della formazione e della crescita personale dei bambini e dei gruppi sociali sottorappresentati.

Global Health Investment Fund (GHIF)
Il GHIF è un fondo di Impact investing con un patrimonio di 108 milioni di dollari, nato per finanziare lo sviluppo di farmaci e altri interventi di lotta a malattie che colpiscono in modo particolarmente pesante i paesi a medio e baso reddito. Il fondo è stato costituito dalla Global Health Investment Corporation, un’organizzazione no profit con la missione di catalizzare finanziamenti a livello mondiale destinati alla promozione della salute.

Global Impact Investing Network (GIIN)
Il Global Impact Investing Network è stato fondato nel 2009 da un gruppo di investitori che ruotavano intorno alla Fondazione Rockefeller. Si tratta di un’organizzazione senza scopo di lucro dedicata a estendere il raggio d’azione e l’efficacia dell’Impact investing. In particolare, il GIIN sta cercando di rafforzare il ruolo dell’Impact investing attraverso la costruzione di una solida rete di leader e investitori.

Effetto serra
Termine utilizzato per descrivere il fenomeno del riscaldamento atmosferico dovuto alla presenza di biossido di carbonio e altri gas. Senza questi gas, il calore del sole tornerebbe nello spazio sotto forma di radiazione infrarossa.

Gas serra (GHG)
Tutti i diversi composti gassosi (come il biossido di carbonio) che assorbono la radiazione infrarossa, intrappolano calore nell’atmosfera e contribuiscono al cosiddetto “effetto serra”.

Finanza verde/investimenti verdi
Un processo che subordina le decisioni d’investimento a criteri ambientali consapevoli, come l’economia low-carbon e il cambiamento climatico.

Grid Parity
La Grid parity si ottiene quando una fonte di energia alternativa riesce a generare potenza a un costo (LCOE, Levelized Cost Of Electricity) inferiore o pari al prezzo del potere d'acquisto di elettricità dalla rete.

I

Impact investing
L’Impact investing promuove il finanziamento di attività e progetti concepiti con l’obiettivo di produrre intenzionalmente un impatto positivo e misurabile sulla società civile, assicurando al tempo stesso la generazione di un ritorno finanziario. Poiché l’impatto sociale è pienamente integrato nel business model, non è necessario che si raggiunga un compromesso tra efficacia dell’impact investing e risultati finanziari. L’Impact investing sfrutta la forza del capitale per cercare di risolvere le “questioni reali” cui è confrontata la società civile. Si tratta di indirizzare l’uso del capitale verso una “maggiore utilità”.

Agenzia Internazionale per l'Energia (IEA)
L’Agenzia Internazionale per l'Energia è un’organizzazione indipendente inter-governativa con sede a Parigi, costituta sulla scia della crisi petrolifera del 1973. Attualmente l’IEA si rivolge alle nazioni e ha funzioni consultive in ambito di sicurezza energetica, sviluppo economico e protezione ambientale.

J

Japan Stewardship Code
Introdotto nel 2014, il Japan Stewardship Code introduce un sistema di promozione della corporate governance, invitando gli azionisti a esercitare i propri diritti di voto e a impegnarsi attivamente nelle società in cui investono.

L

Economia low-carbon
Un’economia basata su fonti di energia low-carbon con minime emissioni di CO2 nell’ambiente. Il concetto è riferito a un mondo in cui l’aumento della temperatura sia mantenuto sotto una soglia di 2°C o di 1,5°C.

N

Screening negativo/disinvestimento
Un approccio d'investimento che esclude talune società o settori dall’universo d’investimento sulla base di criteri riguardanti le policy, l’operato, i prodotti o i servizi.

Il disinvestimento è considerato una forma di screening negativo ed è il contrario dell’investimento. Nel contesto degli investimenti responsabili, il disinvestimento consiste nella vendita di azioni, obbligazioni o investimenti che sono in conflitto o che non sono in linea con specifici obiettivi, valori o convinzioni ESG.

P

Principles for Responsible Investment (PRI)
I Principles for Responsible Investment (PRI) sono un’iniziativa lanciata nel 2006 con il sostegno delle Nazioni Unite. Principale promotore degli investimenti responsabili a livello mondiale, il PRI è un’organizzazione indipendente che raggruppa e sostiene una rete internazionale di investitori, con l’obiettivo di mettere in pratica i sei Principi di investimento responsabile.

I sei Principi prevedono:

  • l’incorporazione di criteri ESG nell’analisi degli investimenti e nei processi decisionali
  • l’esercizio di forme di azionariato attivo e l’incorporazione di criteri ESG nelle politiche e pratiche di azionariato
  • la richiesta di rendicontazione su aspetti ESG da parte delle aziende oggetto di investimento
  • la promozione dell'accettazione e dell'implementazione dei Principi nel settore degli investimenti
  • la ricerca di una maggiore efficacia nell’implementazione dei Principi
  • la rendicontazione sulle attività e sui progressi compiuti nell’applicazione dei Principi.

AXA IM è stata uno dei primi firmatari dei PRI, già nel 2007.

Voto per delega
Il voto per delega è il voto espresso da una persona per conto di un’altra. Uno dei vantaggi del ruolo di azionista è il diritto di voto su alcune questioni aziendali. Poiché quasi tutti gli azionisti non hanno la possibilità di essere presenti alle assemblee ordinarie e straordinarie in cui hanno luogo le votazioni, le società offrono loro la possibilità di esprimere il proprio voto per delega.

R

Energia rinnovabile
Energia proveniente da una fonte non esauribile con l’uso, come l’energia eolica o quella solare.

Investimento Responsabile
L’Investimento Responsabile è un approccio d’investimento che si prefigge di incorporare fattori ambientali, sociali e di governance (ESG) nelle decisioni d’investimento, di migliorare la gestione del rischio e di generare risultati sostenibili nel lungo termine, con ricadute positive sulla società civile.

In AXA IM siamo convinti che i fattori costitutivi dell’Investimento Responsabile possano dare un contributo determinante al nostro futuro. Questi fattori possono essere fonti di rischio, ma anche di opportunità. Siamo convinti che un gestore responsabile rivesta un ruolo essenziale che assicuri ai nostri investimenti un successo sostenibile nel lungo termine. A nostro avviso, i fattori ESG possono influire non solo sui portafogli d’investimento di qualsiasi asset class, settore, società e area geografica, ma anche sugli interessi di molti altri clienti e stakeholder.

Considerando il gran numero di diversi obiettivi, strategie e requisiti di portafoglio specifici degli investitori, diamo ai nostri clienti l’opportunità di selezionare il livello di integrazione dei criteri ESG più adatto alle loro esigenze, ai loro obiettivi e ai loro vincoli, come di seguito indicato.

  • Evitare: esposizioni in contrasto con i principi e i valori di riferimento
  • Identificare: rischi e opportunità ESG
  • Investire: incorporando l’analisi ESG
  • Impatto: con investimenti orientati al risultato

S

Stranded Asset
Asset che si sono svalutati o che hanno perso la loro remuneratività per questioni legate al clima, all’evoluzione normativa o a cambiamenti del mercato.

T

Investimento tematico
Per approccio d'investimento tematico si intende la selezione di titoli emessi da società scelte in base a specifici aspetti di sostenibilità quali il capitale umano, le energie rinnovabili, l’uso dell’acqua, la gestione dei rifiuti o altre questioni ESG.

U

Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite
Un’agenda costituita da 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile adottata dai leader mondiali nel 2015. Gli Obiettivi incoraggiano i paesi a sviluppare politiche nazionali per sradicare la povertà in tutte le sue forme, eliminare le disuguaglianze e contrastare il cambiamento climatico. A ciascun obiettivo fanno capo specifici target da realizzare nei prossimi 15 anni.

Conferenza delle Nazioni Unite sul commercio e lo sviluppo (UNCTAD)
Sotto la guida dei 194 Paesi membri, l’UNCTAD è l’organismo delle Nazioni Unite responsabile delle questioni legate allo sviluppo, in particolare del commercio internazionale. L’UNCTAD offre nello specifico assistenza tecnica diretta ai paesi in via di sviluppo, allo scopo di aiutarli a sviluppare le capacità necessarie per integrarsi nell'economia globale.

United Nations Environment Programme (UNEP)
L’UNEP è stato costituito nel 1972 come agenzia delle Nazioni Unite per aiutare i paesi in via di sviluppo a implementare politiche e prassi ecocompatibili. Oggi l’UNEP è la più importante autorità mondiale in ambito ambientale, che fissa l’agenda ambientale globale nell’ambito delle Nazioni Unite.

Iniziativa finanziaria del Programma delle Nazioni Unite per l'ambiente (UNEP FI)
Un’iniziativa promossa dalle Nazioni Unite, che si prefigge di incoraggiare l'implementazione dei principi di sostenibilità nelle istituzioni finanziarie attraverso l’incorporazione di fattori ESG nelle analisi dei rischi.

UK Stewardship Code
Un codice pubblicato per la prima volta dal Financial Reporting Council nel 2010 per migliorare la qualità del processo di engagement tra società di gestione e imprese nel Regno Unito. Lo scopo principale del codice è un maggiore coinvolgimento dei gestori sulle questioni di corporate governance, negli interessi dei beneficiari.

UK Sustainable and Investment Finance Association (UKSIF)
L’UKSIF è un’associazione dedita alla promozione di servizi finanziari sostenibili e responsabili nel Regno Unito. La sua attività consiste nel dare sostegno al settore finanziario britannico, promuovendone il progresso, affinché si affermi come leader mondiale dello sviluppo sostenibile attraverso i servizi finanziari.

W

World Economic Forum (WEF)
Il World Economic Forum è un’organizzazione svizzera senza scopo di lucro costituita a Ginevra nel 1972. Il Forum non è specializzato in un campo specifico, ma spinge i più importanti esponenti della politica e dell’industria a pianificare azioni su scala globale, regionale e di settore.

Italian V1