Green bonds: investire in sostenibilità generando rendimento

Il 2020 è stato l’anno migliore in termini di emissioni per il mercato dei green bond, che oggi vale $800 miliardi con 375 emittenti totali. Anche per il nostro fondo AWF Global Green Bonds è stato un ottimo anno in termini di performance. La domanda di obbligazioni green, social o sustainable è in aumento, spinta anche dall’impegno dei governi a ridurre le emissioni e a finanziare la transizione energetica.

Tempo di lettura: 5 minuti

 

Investire nella sostenibilità continua ad essere in cima alle agende di governi, business e investitori. Lo dimostra il fatto che, nonostante la pandemia di Covid-19, nel 2020 il mercato dei green bonds è cresciuto esponenzialmente. Oggi vale $800 miliardi1, un mercato più ampio di quello dell’high yield europeo.

Nel complesso, lo scorso anno sono stati emessi green bonds per un valore di $240 miliardi, un 20% circa in più rispetto al 20191. E ci sono tutti gli elementi perché la tendenza continui quest’anno e oltre. L’emissione di obbligazioni “verdi” infatti andrà avanti, favorita dalla regolamentazione a supporto della transizione energetica.

Lo scorso anno sul mercato c’erano 375 emittenti di green bonds, 71 di social bonds e 98 di sustainable bonds. L’emissione di questi ultimi due tipi di obbligazioni è cresciuta significativamente nel 2020 grazie principalmente agli enti quasi-sovrani1.

 

Mercato globale green bonds: emissioni per settore

AXA IM al 28 febbraio 2021. A solo scopo illustrativo.

 

Politiche net-zero carbon,  transizione energetica e bisogno di trasparenza spingono il mercato

I green bonds sono obbligazioni che consentono di partecipare, attraverso l’investimento, al finanziamento di progetti che hanno un impatto positivo sull’ambiente, come la produzione di energia da fonti rinnovabili, i trasporti sostenibili, o la riduzione delle emissioni di Co2. Negli ultimi anni c’è stata una significativa crescita d’interesse verso questi asset da parte degli investitori impegnati nella decarbonizzazione dei propri asset e cio’ spiega in parte la rapida crescita di un mercato globale che potrebbe superare $1 trilione a fine 2021.

Diversi fattori potrebbero spingere la crescita del mercato del debito sostenibile. Innanzitutto, un numero crescente di governi si è impegnato a una politica “net zero carbon”, volta a ridurre le emissioni inquinanti. In secondo luogo, tutti i settori dell’economia sentono forte la pressione a prepararsi per affrontare i rischi e le opportunità che il cambio climatico può rappresentare. In terzo luogo, negli Stati Uniti il presidente Joe Biden si è impegnato a investire $2 trilioni nella transizione energetica, mentre in Europa il 30% del Recovery Fund sarà dedicato a questo settore. Infine, la trasparenza su dove vengono investiti i propri asset è diventato un criterio per un sempre maggior numero di investitori.

“In AXA Investment Managers monitoriamo con grande attenzione l’evoluzione delle obbligazioni ad impatto”, commenta Lorenzo Randazzo, Senior Institutional Sales Manager di AXA IM. “Gestiamo oltre 13 miliardi di euro di impact bonds2 (green, sustainable e social bonds) tramite portafogli specializzati e creando specifiche allocazioni ad impatto all’interno di gestioni tradizionali”, spiega. “A parità di rischio/rendimento privilegiamo questi strumenti rispetto alle emissioni convenzionali perché oltre a beneficiare di un vantaggio informativo importante (Framework e rendicontazione dei proventi allocati) forniscono un impatto positivo sulla società”.


BTP Green ai blocchi di partenza

In Italia è arrivato il primo Btp Green, subito accolto da una forte domanda da parte degli investitori. Il Tesoro ha dato mandato a un pool di banche per il collocamento. Il nuovo titolo di Stato ha una scadenza al 30 aprile 2045, è quotato sui mercati secondari Mts e MoT e destinato esclusivamente agli investitori istituzionali. L’emissione dovrà finanziare – e rifinanziare – progetti per l’abbattimento delle emissioni inquinanti e di difesa dell’ambiente. Con questa emissione green, anche l’Italia entra nel mercato del debito sovrano sostenibile dopo altri Stati membri dell’Unione Europea, come Francia, Germania e Olanda. Un tassello importante nell’impegno del paese a perseguire gli obiettivi del Green Deal europeo e della neutralità climatica entro il 2050.

 

Non solo sostenibilità, anche rendimento

Per il nostro fondo AXA WF Global Green Bonds il 2020 è stato un ottimo anno in termini di performance. Abbiamo generato un rendimento del 5,28% per la Classe d’Azioni A (EUR)3.Il mercato dei green bonds nel corso degli ultimi anni ha messo a segno una performance superiore a quella del mercato obbligazionario più ampio, generando un miglior rendimento corretto per il rischio (grafico a sinistra). Questo significa che investendo in questa asset class si produce un impatto positivo sull’ambiente senza sacrificare i rendimenti.

Il grafico a destra mostra il rapporto tra rendimento e volatilità annualizzata: anche sotto questo aspetto il mercato globale dei green bonds ha performato meglio del mercato più ampio.  

Fonte: AXA IM, Bank of America Merrill Lynch (ICE BofA ML) al 28 febbraio 2021 – performances EUR hedged al 28 febbraio 2021. A solo scopo illustrativo. EMU0: Euro Broad Index; Euro Government Index : EG00; Euro Quasi-Government Index; ER00 : Euro Corporate Index; GBMI :  Global Broad Index; W0G1 : Global Government Index; G0BQ : Global Quasi-Government Index

 

Quattro cose da sapere su AXA WF Global Green Bonds

AXA IM è stata tra le prime società di gestione a lanciare un fondo comune che investe in green bonds, focalizzandosi su quattro temi: tre sono riconducibili alla riduzione di emissioni inquinanti per l’ambiente (trasporti a basso impatto, soluzioni smart energy ed edifici green)  e rappresentano circa il 90% della strategia, mentre un quarto tema verte sulla biodiversità, il trattamento dell’acqua e dei rifiuti per quasi il 10%.

L’obiettivo del fondo è di generare rendimento per gli investitori generando al tempo stesso un impatto positivo sull’ambiente.

 

Ti potrebbe interessare: L’emissione del BTP Green inaugurale e il mercato delle obbligazioni verdi (Webinar)

1Fonte: AXA IM, 28 febbraio 2021

2Fonte: AXA IM al 31 gennaio 2021

3Fonte: AXA IM, dati al 31 dicembre 2020. Le performance passate non sono indicazione o garanzia di performance future.

 

Disclaimer

Il presente documento è riservato unicamente ad investitori professionali, e non può essere in alcun modo diffuso al pubblico o consegnato ad investitori che non posseggano tale qualifica.

Il presente documento ha finalità informativa e i relativi contenuti non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate.

A causa del suo carattere semplificato, il presente materiale contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente documento non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente Documento non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi illustrati sono indicativi e non sono garantiti in alcun modo. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito. Il valore dell’investimento può variare anche per effetto delle oscillazioni dei tassi di cambio. Dati, numeri, dichiarazioni, analisi, proiezioni e altre informazioni qui contenute sono basate sullo stato delle nostre conoscenze al momento della compilazione. Nonostante sia stata usata la massima attenzione nella compilazione del presente documento, non si rilascia alcuna dichiarazione o garanzia esplicita o implicita riguardo all’accuratezza, all’attendibilità presente e futura o alla completezza delle informazioni qui contenute. A causa di questi fattori e della commissione iniziale normalmente applicata, l’investimento non ha un orizzonte temporale breve e potrebbe non risultare adeguato per ogni utente.

AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il documento senza preavviso e declina ogni responsabilità riguardo ad eventuali decisioni prese sulla base del documento medesimo. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

Qualsiasi riproduzione, totale o parziale, delle informazioni contenute nel presente documento è vietata. Riferimenti a terze parti sono da considerarsi esclusivamente forniti a scopo illustrativo.  Prima dell’adesione, si raccomanda agli investitori di leggere il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID) o la documentazione del piano, disponibili sul sito www.axa-im.it, dove potranno trovare tutti i dettagli sui prodotti, ivi inclusi i rischi e i costi dell’investimento.

I fondi menzionati fanno capo ad AXA WORLD FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese UCITS IV approvata dalla CSSF, iscritta al "Registre de Commerce et des Sociétés" con numero B. 63.116, avente  sede legale al 49, avenue J.F Kennedy L-1885 Lussemburgo. La Società è gestita da AXA Funds Management, société anonyme di diritto lussemburghese iscritta al Registro delle imprese lussemburghese con numero B 32 223RC e ha sede legale al 49, Avenue J.F. Kennedy L-1885 Lussemburgo.

I contenuti disponibili nella presente sezione del sito sono stati redatti a cura e sotto la responsabilità di AXA Investment Managers Italia SIM S.p.A., Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, Tel +39 02 5829911, iscritta al n. 210 dell’albo delle SIM tenuto dalla CONSOB www.consob.it.

 AXA Investment Managers 2021. Tutti i diritti riservati.