Azionario: digitale e green per la crescita

Cosa c’entra il boom delle consegne a domicilio, conseguenza dell’aumento dell’e-commerce, con la transizione energetica? Alcune società hanno cominciato a puntare sulla produzione di veicoli elettrici per la consegna della merce a domicilio. La domanda per questi veicoli è in aumento. Dopo la pandemia di Covid-19, il mondo ha bisogno di accelerare la crescita e di ridurre le emissioni tossiche. Molte società stanno investendo per riposizionarsi e adattarsi a un mondo digitale e più green. Sono alcuni tra i temi da tenere sott’occhio nei prossimi mesi.

Tempo di lettura: 5 minuti

 

Un mondo in evoluzione

Stellantis*, la società nata dalla fusione tra il Gruppo francese PSA e l’italo-americano Fiat Chrysler Automobiles, ha annunciato la scorsa settimana un investimento di oltre €30 miliardi in veicoli elettrici per il 2021. Obiettivo, abbassare il costo complessivo di un veicolo elettrico portandolo allo stesso livello dei veicoli a petrolio entro il 2026. Due fabbriche di batterie saranno avviate in Francia e Germania, la terza in Italia.

Nel solo Regno Unito lo stesso gruppo ha annunciato un investimento di £100 milioni per la costruzione di furgoni elettrici nello stabilimento Vauxhall* di Ellesmere Port. Ma Vauxhall non è l’unico costruttore di automobili a puntare sui veicoli elettrici. Anche la giapponese Nissan* ha annunciato i suoi piani di espansione della produzione di veicoli elettrici nel Regno Unito.

Si tratta di alcuni tra gli esempi più recenti di aziende che hanno deciso di convertire alcuni rami di business intravvedendo opportunità alternative al loro business tradizionale, tutti riconducibili al tema del “Clean Tech” (tecnologie pulite).

E’ interessante notare come il boom di consegne a domicilio, dovuto alla rapida crescita dello shopping online – accelerato dalla pandemia e dai lockdown – abbia portato un incremento della domanda di veicoli per il trasporto merci. A questo va aggiunta l’introduzione, in molte città inglesi, di “clean air zones” allo scopo di migliorare la qualità dell’aria attraverso misure volte a limitare la circolazione dei veicoli inquinanti.

Il Regno Unito è avanti rispetto ad altri paesi, avendo annunciato il divieto di nuovi veicoli a combustione interna a partire dal 2030. Tuttavia, si tratta di un trend globale. Nel 2018 la Cina rappresentava circa il 50% di tutte le vendite di veicoli elettrici e si stima che nei prossimi dieci anni un terzo delle vendite globali di auto sarà rappresentato da veicoli elettrici1.

Fonte: Bank of America Merrill Lynch Global Research, aprile 2018

*Tutti i titoli citati sono a solo scopo illustrativo e non devono essere considerati come una forma di consulenza o la raccomandazione di una strategia d'investimento.

 

Temi di crescita pluridecennale da tenere sotto osservazione

Il tema delle tecnologie pulite, “Clean Tech”, che consentono alle aziende di trasformarsi e di giocare un ruolo nella transizione energetica, è uno dei cinque temi di crescita a lungo termine che abbiamo identificato e nei quali investiamo.

Gli altri temi che secondo noi influenzeranno il futuro modo di operare delle imprese sono “il consumatore connesso”, “invecchiamento e stile di vita”, “automazione”, e “società in fase di transizione”.

A dimostrazione che questi temi sono quanto mai attuali ricordiamo un’altra notizia uscita di recente, riconducibile al tema del “consumatore connesso”: l’e-commerce, alimentato dalla pandemia di Covid-19, ha raggiunto globalmente $26,7 trilioni nel 2019.

Secondo gli esperti delle Nazioni Unite (UNCTAD), il settore ha visto un incremento “drammatico” della quota totale di vendite retail, passata dal 16% al 19% nel 2020. La maggiore crescita è avvenuta in Corea del Sud, dove l’anno scorso le transazioni online erano una su quattro, rispetto a circa una su cinque nel 2019.

Eppure, solo il 13% circa delle vendite al dettaglio globali avviene online, il che evidenzia come il potenziale di crescita dell’e-commerce sia enorme, supportato dalla capillare diffusione di internet e degli smartphone in tutto il mondo.

Noi crediamo che le società esposte a questi temi potranno crescere più rapidamente del resto del mercato.

Fonte: AXA IM, stime di BofA Merrill Lynch Global Research, Internet World Stats, US Census. A solo scopo illustrativo. Le performance passate non sono indicative di risultati futuri. Grafico: Euromonitor International, Citibank “Technology at work v3.0”, agosto 2017. 

 

La nostra soluzione: AXA WF Framlington Evolving Trends

Il fondo AXA WF Framlington Evolving Trends è un singolo punto d’accesso a società di qualità elevata che sfruttano almeno uno dei cinque temi di crescita principali dell’Economia in Evoluzione, sopra menzionati.

Il fondo ha tipicamente circa il 20% di esposizione a ciascun tema. Tuttavia, questi temi presentano dinamiche molto diverse e l’attrattività di ciascuno potrebbe cambiare nel tempo. La tipica allocazione, quindi, potrebbe muoversi tra il 10% e il 30% per ciascun tema.

Si tratta di un universo d’investimento di 2200 titoli con basso, medio o elevato focus tematico. Il portafoglio si concentra su 40-60 titoli.**

Il fondo offre accesso diversificato al potenziale di crescita dell’Economia in Evoluzione, con un approccio attivo e di lungo termine. Attualmente ha una forte esposizione sul settore digitale (“consumatore connesso”)2.

Nel grafico sotto sono illustrati i dati di performance di AXA WF Framlington Evolving Trends al 30 giugno 2021 (riferiti alla classe A EUR).

Fonte: AXA IM al 30/06/2021 in EUR. Data di lancio del fondo 09/04/2013. Benchmark (dal 09/04/2013): 100% MSCI AC World Total Return net. Le performance passate non sono indicative di risultati futuri.

Rischi: rischio di controparte; impatto di tecniche quali i derivati; leva finanziaria; rischio geopolitico

**Queste sono linee guida interne soggette a cambiamento senza preavviso. Si raccomanda di fare riferimento al Prospetto per le linee guida e i rischi d’investimento del fondo.

 

Ti potrebbe interessare: 

Note

1 - Stime di Bank of America Merrill Lynch Global Research, aprile 2018

2 - AXA IM al 30/06/2021.

 

Disclaimer

Il presente documento è riservato unicamente ad investitori professionali, e non può essere in alcun modo diffuso al pubblico o consegnato ad investitori che non posseggano tale qualifica.

Il presente documento ha finalità informativa e i relativi contenuti non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate.

A causa del suo carattere semplificato, il presente materiale contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente documento non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente Documento non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi illustrati sono indicativi e non sono garantiti in alcun modo. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito. Il valore dell’investimento può variare anche per effetto delle oscillazioni dei tassi di cambio. Dati, numeri, dichiarazioni, analisi, proiezioni e altre informazioni qui contenute sono basate sullo stato delle nostre conoscenze al momento della compilazione. Nonostante sia stata usata la massima attenzione nella compilazione del presente documento, non si rilascia alcuna dichiarazione o garanzia esplicita o implicita riguardo all’accuratezza, all’attendibilità presente e futura o alla completezza delle informazioni qui contenute. A causa di questi fattori e della commissione iniziale normalmente applicata, l’investimento non ha un orizzonte temporale breve e potrebbe non risultare adeguato per ogni utente.

AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il documento senza preavviso e declina ogni responsabilità riguardo ad eventuali decisioni prese sulla base del documento medesimo. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

Qualsiasi riproduzione, totale o parziale, delle informazioni contenute nel presente documento è vietata. Riferimenti a terze parti sono da considerarsi esclusivamente forniti a scopo illustrativo.   Prima dell’adesione, si raccomanda agli investitori di leggere il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID) o la documentazione del piano, disponibili sul sito www.axa-im.it, dove potranno trovare tutti i dettagli sui prodotti, ivi inclusi i rischi e i costi dell’investimento.

I fondi menzionati fanno capo ad AXA WORLD FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese UCITS IV approvata dalla CSSF, iscritta al "Registre de Commerce et des Sociétés" con numero B. 63.116, avente  sede legale al 49, avenue J.F Kennedy L-1885 Lussemburgo. La Società è gestita da AXA Funds Management, société anonyme di diritto lussemburghese iscritta al Registro delle imprese lussemburghese con numero B 32 223RC e ha sede legale al 49, Avenue J.F. Kennedy L-1885 Lussemburgo.

 contenuti disponibili nel documento sono stati redatti a cura e sotto la responsabilità di AXA Investment Managers Italia SIM S.p.A., Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, Tel +39 02 5829911, iscritta al n. 210 dell’albo delle SIM tenuto dalla CONSOB www.consob.it.]

© AXA Investment Managers 2021. Tutti i diritti riservati.