Outlook emergenti: possibile forte rimbalzo nel 2021

Nell’universo obbligazionario, i mercati emergenti possono ancora offrire opportunità interessanti nell’attuale contesto di tassi a zero. Quest’asset class potrebbe essere protagonista di un significativo rimbalzo nel corso dell’anno.

Tempo di lettura: 3 minuti

 

Le politiche monetarie espansive delle banche centrali sembrano destinate a continuare a sostenere i mercati. Queste politiche hanno l’effetto di rendere meno attrattivi i titoli di Stato dei paesi sviluppati. A beneficiare di maggiori livelli di carry sono piuttosto i mercati emergenti. E crediamo ci sia potenziale per un ulteriore restringimento degli spread, sebbene un tale movimente potrebbe essere messo alla prova da incertezze macro economiche e politiche.

I mercati emergenti, quindi, anche quest’anno potrebbero offrire opportunità a investitori in reddito fisso alla ricerca di rendimento e disposti ad assumersi un po’ di rischio. Il livello di rischio, tuttavia, può essere tenuto basso con una strategia Short Duration, che investe in obbligazioni con maturità più breve. Maggior rischio sì, ma contenuto, e maggiori possibilità di rendimento rispetto alle obbligazioni dei mercati sviluppati, che oggi hanno rendimenti vicini allo zero o addirittura negativi.

A livello mondiale, i titoli con rendimenti negativi hanno raggiunto un valore di oltre 17 trilioni di dollari, poco più di un quarto del mercato investment grade.

Fonte: Bloomberg, Barclays al 15 gennaio 2021. A solo scopo illustrativo.

 

Il nostro fondo ha catturato i rialzi del mercato tenendo a bada la volatilità

 

Il 2020 è stato un buon anno per chi ha scommesso sul debito dei mercati emergenti. Come mostra il grafico qui sotto, la nostra strategia, AXA WF Emerging Market Short Duration Bonds, ha catturato quasi il 90% del rally del mercato guadagnando il 19,08% dalla fine del primo trimestre (Q1) alla fine di dicembre.

Fonte: AXA IM al 31 dicembre 2020. Il grafico mostra la performance di AXA WF Emerging Markets Short Duration versus l’indice EMBI. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Dati riferiti alla Classe A USD.

 

Il fondo investe nel potenziale di crescita dei mercati emergenti, mitigando al tempo stesso l’impatto della volatilità di mercato, grazie al fatto che le obbligazioni short duration hanno breve durata.

E’ adatto ad investitori che cercano rendimento, ma che non vogliono assumersi un eccessivo rischio di mercato, interessati a ridurre il rischio di tasso d’interesse e a diversificare il proprio portafoglio. 

 

Forti flussi sul debito emergente a dicembre 2020

La Federal Reserve (Fed) ha indicato di non aspettarsi un rialzo dei tassi fino al 2023 e ha ribadito le sue aspettative per una crescita robusta nei primi sei mesi del 2021. Questo sostegno della banca centrale statunitense sul lungo periodo sostiene il rally del debito Emerging Markets.

Il mese di dicembre ha visto forti flussi sull’asset class, quantificabili a $19,8 miliardi a fine anno.

 

Flussi sulle obbligazioni Emerging Markets

Fonte: JP Morgan, 08 gennaio 2021

 

Cosa ci aspettiamo per il 2021

Per il 2021 ci aspettiamo ancora una buona performance delle obbligazioni dei mercati emergenti. Ecco alcuni motivi che ci fanno essere ottimisti:

  1. Innanzitutto il sentiment del mercato è stato spinto dalle elezioni americane e dall’aspettativa di stimoli fiscali, unite al vaccino per il Covid-19 che dovrebbe aiutare le economie in tutto il mondo a riaprirsi.
  2. La vittoria dei Democratici negli Stati Uniti dovrebbe portare a una riduzione delle politiche protezioniste che hanno caratterizzato la presidenza di Donald Trump, fornendo una spinta ai mercati emergenti dal momento che sono coinvolti in oltre il 70% del commercio globale.
  3. Le banche centrali dei paesi emergenti hanno seguito la Fed che ha tagliato i tassi, avviando politiche monetarie espansive per sostenere le proprie economie. Alcuni paesi hanno persino trovato spazio per stimoli fiscali.
  4. La Cina è stata capace di una forte ripresa dalla crisi del coronavirus e il ritorno di una crescita positiva per il paese dovrebbe dare una spinta ai paesi emergenti legati alla sua economia.
  5. Ci attendiamo default contenuti nonostante il contesto economico e non peggiori della media storica per questa asset class. La maggior parte dei default dei titoli sovrani che ci aspettiamo sembra essere stata già scontata dal mercato.

Disclaimer

Il presente documento è riservato unicamente ad investitori professionali, e non può essere in alcun modo diffuso al pubblico o consegnato ad investitori che non posseggano tale qualifica.

Il presente documento ha finalità informativa e i relativi contenuti non vanno intesi come ricerca in materia di investimenti o analisi su strumenti finanziari ai sensi della Direttiva MiFID II (2014/65/UE), raccomandazione, offerta o sollecitazione all’acquisto o alla vendita di strumenti finanziari o alla partecipazione a strategie commerciali da parte di AXA Investment Managers o di società ad essa affiliate.

A causa del suo carattere semplificato, il presente materiale contiene informazioni parziali e le stime, le previsioni e i pareri qui espressi possono essere interpretati soggettivamente. Le informazioni fornite all’interno del presente documento non tengono conto degli obiettivi d’investimento individuali, della situazione finanziaria o di particolari bisogni del singolo utente. Qualsiasi opinione espressa nel presente Documento non è una dichiarazione di fatto e non costituisce una consulenza di investimento. Le previsioni, le proiezioni o gli obiettivi illustrati sono indicativi e non sono garantiti in alcun modo. La performance passata non è indicativa dei risultati futuri. Il valore degli investimenti e il reddito da essi derivante possono variare, sia in aumento che in diminuzione, e gli investitori potrebbero non recuperare l’importo originariamente investito. Il valore dell’investimento può variare anche per effetto delle oscillazioni dei tassi di cambio. Dati, numeri, dichiarazioni, analisi, proiezioni e altre informazioni qui contenute sono basate sullo stato delle nostre conoscenze al momento della compilazione. Nonostante sia stata usata la massima attenzione nella compilazione del presente documento, non si rilascia alcuna dichiarazione o garanzia esplicita o implicita riguardo all’accuratezza, all’attendibilità presente e futura o alla completezza delle informazioni qui contenute. A causa di questi fattori e della commissione iniziale normalmente applicata, l’investimento non ha un orizzonte temporale breve e potrebbe non risultare adeguato per ogni utente.

AXA Investment Managers si riserva il diritto di aggiornare o rivedere il documento senza preavviso e declina ogni responsabilità riguardo ad eventuali decisioni prese sulla base del documento medesimo. L’investimento in qualsiasi fondo gestito o promosso da AXA Investment Managers o dalle società ad essa affiliate è accettato soltanto se proveniente da investitori che siano in possesso dei requisiti richiesti ai sensi del prospetto informativo in vigore e della relativa documentazione di offerta.

Qualsiasi riproduzione, totale o parziale, delle informazioni contenute nel presente documento è vietata. Riferimenti a terze parti sono da considerarsi esclusivamente forniti a scopo illustrativo.   Prima dell’adesione, si raccomanda agli investitori di leggere il Prospetto e il Documento contenente le informazioni chiave per gli investitori (KIID) o la documentazione del piano, disponibili sul sito www.axa-im.it, dove potranno trovare tutti i dettagli sui prodotti, ivi inclusi i rischi e i costi dell’investimento.

I fondi menzionati fanno capo ad AXA WORLD FUNDS, SICAV di diritto lussemburghese UCITS IV approvata dalla CSSF, iscritta al "Registre de Commerce et des Sociétés" con numero B. 63.116, avente  sede legale al 49, avenue J.F Kennedy L-1885 Lussemburgo. La Società è gestita da AXA Funds Management, société anonyme di diritto lussemburghese iscritta al Registro delle imprese lussemburghese con numero B 32 223RC e ha sede legale al 49, Avenue J.F. Kennedy L-1885 Lussemburgo.

Né EMBI né qualsiasi altra parte coinvolta o correlata alla compilazione, elaborazione o creazione dei dati EMBI rilascia alcuna garanzia o dichiarazione espressa o implicita in relazione a tali dati (o ai risultati che si possono ottenere mediante il loro utilizzo), e tutte queste parti non garantiscono garanzia di originalità, accuratezza, completezza, commerciabilità o idoneità per uno scopo particolare rispetto a uno qualsiasi di tali dati. Senza limitare quanto sopra, in nessun caso EMBI, le sue affiliate o terze parti coinvolte o correlate alla compilazione, al calcolo o alla creazione dei dati, avrà alcuna responsabilità per qualsiasi azione diretta, indiretta, speciale, punitiva, danni (incluso il mancato guadagno) anche se notificata della possibilità di tali danni. Non è consentita alcuna ulteriore distribuzione o diffusione dei dati EMBI senza l'espresso consenso scritto di EMBI.

I contenuti disponibili nella presente sezione del sito sono stati redatti a cura e sotto la responsabilità di AXA Investment Managers Italia SIM S.p.A., Corso di Porta Romana, 68 – 20122- Milano, Tel +39 02 5829911, iscritta al n. 210 dell’albo delle SIM tenuto dalla CONSOB www.consob.it.

 AXA Investment Managers 2021. Tutti i diritti riservati.