Gli investimenti responsabili e Framlington Equities

Quale processo si utilizza nella piattaforma per l'integrazione ESG?

Framlington Equities assicura un approccio a 360° alla valutazione delle società, articolato in tre fasi:

1/ Quantitativa

La prima fase riguarda l'integrazione di rating ESG sviluppati internamente ai nostri tool di front office, ai modelli di ricerca interni e ai report sui rischi. Il punteggio attribuito alle singole società è il punto di partenza per comprendere come esse si posizionano sui singoli criteri ESG (principali e secondari) e come si sono evolute nel tempo.

2/ Qualitativa

È nostra intenzione andare oltre la mera attribuzione di un punteggio quantitativo, per approfondire e mettere in prospettiva le modalità con cui le aziende affrontano le sfide ESG. Questo tipo di analisi viene effettuata durante le visite presso le società e gli incontri diretti con il management, che ci permettono di capire come le politiche e prassi aziendali legate ai temi ESG e alla sostenibilità supportino gli obiettivi strategici a lungo termine dell’organizzazione.

3/ Engagement

Promuoviamo comportamenti aziendali più efficaci e responsabili. Consideriamo l'integrazione ESG un modo per esprimere le nostre convinzioni di gestore responsabile a lungo termine, evitando emissioni negative che potrebbero penalizzare i rendimenti del portafoglio, ma al tempo stesso cerchiamo di influire sui management delle aziende affinché adottino misure adeguate ai fini del miglioramento del profilo e delle prassi di sostenibilità.

Come si è evoluta l'integrazione ESG nella piattaforma?

Framlington Equities ha sempre investito in un'ottica di lungo periodo, allineando la propria strategia d'investimento con i trend del settore e sviluppando una profonda comprensione delle società, dei loro management team e del successo del loro modello di business. Siamo stati pionieri nella gestione di portafogli RI dal lancio del nostro primo mandato RI nel 1998, e da allora ci concentriamo su società a piccola e media capitalizzazione che favoriscono l'occupazione in Francia.

Come investitori in ottica di lungo periodo, abbiamo sempre integrato i rischi e i fattori extrafinanziari nelle nostre analisi e oggi tentiamo conto dei criteri ESG nelle nostre decisioni d’investimento dato che un numero crescente delle nostre strategie d’investimento integrano i criteri ESG in Mifid II. Il nostro team d'investimento ha al suo interno tre analisti ESG*, che forniscono una visione dei rischi e delle opportunità ESG delle società su base proattiva e reattiva.

*AXA IM al 31/10/2018